Il Gruppo Ricerca Storica di Breganze presenta il XXXII numero dei Quaderni Breganzesi.

 

copertina-qb32

Dopo la pubblicazione a fine 2020 della monografia "Breganze in cartolina", tornano i Quaderni Breganzesi. Come da tradizione, anche il nuovo numero è frutto di un lavoro corale che ha coinvolto sia i soci sia amici dell'associazione. Ecco l'indice degli articoli.

 

Quattro amici in bicicletta a Roma di Gianfranco Pozzan.

Accuse di Luteranesimo nella Breganze del Cinquecento di Thomas Bortolato, introduzione di Luca Xausa

1630-1631 La peste a Breganze di Umberto simonato con la collaborazione di Piero Rodighiero

 «Mai e poi mai si riceve nuove dai nostri all'armata». Breganzesi in Russia con Napoleone nel 1812 di Modesto Brian e Domenico Zamboni

Il processo Luigi Cavalli - Girolamo Tracanzan di Angela Maria Alberton

Oltre il danno, la beffa. Il mancato collegamento ferroviario di Breganze di Carlo Maculan

In un giorno di fine estate del 1943. Storia di Carlo Lorant di Adelina Zanarotti

Recensioni di Manrico Ferrari

Non solo quaderni. Attività del GRS 2020-2021

Indici analitici dei Quaderni Breganzesi dal n. 21 al n. 31 a cura di Nicola Apolloni

 

Il nuovo numero è acquistabile nelle cartolerie e nelle edicole di Breganze. Oppure potete scriverci a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 


 

 

 L'Archivio di comunità, una proposta del GRS alla comunità breganzese, nell'intervista al nostro presidente sul Giornale di Vicenza

 

Recentemente, il presidente della nostra associazione ha avuto modo di raccontare al Giornali di Vicenza l'idea, nata in seno al GRS, di fornire una soluzione alla dispersione di documenti storici oggi presenti a Breganze. Di seguito riportiamo l'articolo.

 

Documenti variDa “Il Giornale di Vicenza” del 17-01-2022

Caccia ai vecchi archivi. Nasce la storia del paese

di Silvia dal Maso

 

Arriva un nuovo progetto per il Gruppo Ricerca Storica di Breganze. È l’Archivio di Comunità, che avrà l’obiettivo di raccogliere, conservare e rendere consultabili raccolte documentarie, materiali e pubblicazioni di varia provenienza di interesse storico per la comunità di Breganze. «Su questo progetto stiamo coinvolgendo l’amministrazione comunale che si è dimostrata interessata alla sua realizzazione e che sta valutando le possibilità di mettere a disposizione un locale adatto - spiega il presidente Carlo Maculan -. Realizzare un  “Archivio di Comunità” sta particolarmente a cuore al nostro gruppo in quanto la presenza di fonti documentali e la possibilità di consultarle, sono condizioni indispensabili per poter continuare a studiare la storia del paese in cui viviamo. Abbiamo già individuato dei materiali con cui dare inizio alle attività di conferimento: Archivio Casa Saccardi, Sezione Attività Sociali dell’Archivio Laverda; Documenti di varia natura sulla vita sociale e politica a Breganze nel ‘900. Le finalità principali di questa iniziativa sono di incentivare la donazione e l’acquisizione di archivi e raccolte di privati, che siano di singoli cittadini, famiglie o imprese locali, garantendone la conservazione e al contempo l’accessibilità e la fruibilità all’utenza e agli studiosi. Inoltre il progetto permetterà di evitare la dispersione o la distruzione di materiale documentale con valore storico presente e futuro appartenuto a privati che, per diversi motivi, non siano più in grado di garantirne la conservazione».

Accanto a questo progetto il Gruppo Ricerca Storica di Breganze proseguirà nelle consuete attività di ricerca e divulgazione relative alla storia di Breganze con incontri, conferenze e pubblicazioni. «Il nostro Gruppo è nato ancora nel 1994 su iniziativa del comitato di gestione della biblioteca comunale di Breganze e di alcuni studiosi e appassionati di storia locale che già avevano effettuato, per motivi di studio o per interesse personale, alcune ricerche sulla storia del paese e intendevano riunire tutti coloro che a Breganze avevano lo stesso interesse - continua il presidente-. Ma si è costituito in vera e propria associazione nel 2001. Tra le tantissime attività da noi realizzate ricordo l’inizio della pubblicazione, nel 1996, dei “Quaderni Breganzesi di Storia, Arte e Cultura”. Nel 2008 abbiamo pubblicato il libro “Mille anni di storia della viticoltura e del territorio nella zona di Breganze”, mentre nel 2010 è uscito il volume “Antonio Marchesan Fotografo” una raccolta di fotografie inerenti Breganze, dagli anni ‘20 agli anni ‘50”.